home » diritti » Germania, sotto sgombero Tacheles, il centro sociale più famoso di Berlino

Germania, sotto sgombero Tacheles, il centro sociale più famoso di Berlino

23 marzo 2012versione stampabile

Assedio finale a Tacheles, storico centro artistico nella casa occupata più grande d’Europa, a Berlino. Da tempo è sotto sfratto, ordinato dalle istituzioni cittadine. Ieri, dopo l’ennesimo tentativo di sgombero, nell’edificio sono rimasti solo una quindicina di artisti, difesi però dai berlinesi. Da oggi la casa non è più accessibile a nessuno, infatti alcuni degli artisti che resistevano da mesi allo sfratto sono stati letteralmente murati dentro l’edificio.

Lo stabile, di proprietà della Hsh Nordbank,  era stato occupato da un collettivo di artisti negli anni ’90. Novemila metri quadri di esposizioni, mostre, cineforum e laboratori artistici costruiti da un magazzino in fase di demolizione, nei quali sono arroccati ancora i pochi resistenti. Ma all’esterno dell’edificio un centinaio di sostenitori del progetto hanno manifestato la loro solidarietà portando cibo e acqua agli ultimi occupanti.

”Mi hanno offerto 20 mila euro per andare via”, ha raccontato al Bild uno dei ‘reduci’.

One Response to Germania, sotto sgombero Tacheles, il centro sociale più famoso di Berlino

  1. mirko Rispondi

    25 marzo 2012 at 23:12

    Tutte le istituzioni mondiali dovrebbero accorgersi,ma seriamente,dell’importanza della liberta’d'espressione, dell’arte, della musica,della liberta’di pensiero dell’uguaglianza,si insomma per farla corta:dell’individuo come essere pensante.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>