home » italia » Italia, portinaio si uccide a Napoli

Italia, portinaio si uccide a Napoli

30 aprile 2012versione stampabile

Una lettera di preavviso di licenziamento e la conseguente perdita della casa in cui alloggiava come responsabile del condominio nel quale svolgeva la sua attività di portiere: questa la causa del suicidio di un cinquantaseienne, questa mattina, a Napoli. L’uomo era portinaio di uno dei classici palazzi costruiti sotto il livello del mare, in corso Garibaldi 196. L’appartamento nel quale viveva era stato messo in vendita dalla proprietà e il prossimo ottobre avrebbe dovuto lasciarlo, reinventandosi una vita. Ma l’uomo non ha retto anche per le difficoltà e il dolore causati dalla separazione dalla moglie e dal trasferimento dei due figli al nord per questioni di “ordinaria emigrazione”.

Il portinaio si è impiccato proprio nella casa dalla quale stava per essere sfrattato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>