home » disarmo » Italia, adesione del Comune di Milano alla campagna contro l’acquisto dei caccia

Italia, adesione del Comune di Milano alla campagna contro l’acquisto dei caccia

9 maggio 2012versione stampabile

Domani, giovedì 10 maggio, alle ore 12.30, in Sala Stampa “Franco Brigida” a Palazzo Marino, l’assessore alle Politiche sociali del Pierfrancesco Majorino presenterà alla stampa l’adesione del Comune di Milano alla campagna nazionale “Taglia le ali alle armi”, contro l’acquisto dei cacciabombardieri F-35 e la richiesta al Governo di destinare i fondi risparmiati a garanzia dei diritti dei più deboli.

Interverranno anche Francesco Vignarca, coordinatore nazionale della Rete Italiana per il Disarmo, e Paolo Ricotti della presidenza Acli provinciali Milano. Sarà presente il consigliere comunale Rosario Pantaleo (Pd), primo firmatario della mozione approvata in Consiglio comunale il 16 aprile scorso, con la richiesta a Sindaco e Giunta di impegnarsi affinché il Governo non acquisti caccia F-35.

La Rete Italiana per il Disarmo esprime la propria soddisfazione per la decisione del Consiglio Comunale di Milano e per la volontà da parte di Sindaco e Giunta di rilanciare la campagna che punta a chiedere al Governo la revisione di una decisione che comporterebbe un enorme spreco di denaro pubblico. La conferenza stampa in programma domani sarà anche occasione per gli amministratori di Milano di farsi scattare una foto (come già fatto da diversi personaggi pubblici) a sostegno di “Taglia le ali alle armi!”
Quello del caccia F-35 è un programma che ad oggi ci è costato già 2,7 miliardi di euro e ne potrebbe costare circa 10 miliardi con una riduzione a 90 del totale di velivoli (il prezzo unitario si alzerà, secondo l’azienda produttrice Lockheed Martin) arrivando complessivamente ad un impatto tra i 15 e i 20 miliardi nei prossimi anni. Senza contare il mantenimento successivo di tali velivoli.
Siamo convinti che in un momento di crisi economica per prima cosa siano da salvaguardare i diritti fondamentali dei cittadini, investendo i fondi pubblici per creare presupposti ad una crescita reale del Paese senza gettare i soldi in un inutile e costoso aereo da guerra.

Per maggiori informazioni:  www.disarmo.org/nof35

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>