home » esteri » africa » Burkina Faso: generazione Aids

Burkina Faso: generazione Aids

19 December 2011versione stampabile

foto di Annibale Greco
Nonostante il numero di casi sia in diminuzione, in Burkina Faso, come nella maggior parte dei Paesi dell’Africa del Sud, le persone malate di HIV e AIDS continuano a costituire un numero assai significativo. La stigmatizzazione di coloro che contraggono il virus dell’HIV spesso spinge gli individui infetti a non rivelare la loro condizione, rendendo ancor più difficile le cure e l’educazione sessuale. L’allattamento, ad esempio, è una delle principali cause di trasmissione post-natale fra madre e figlio.

Negli ultimi anni si sono visti sostanziali progressi: in particolare fra il 2001 e il 2007, il tasso di adulti infetti è sceso dal 2.1% al 1.6%. E il numero di strutture che offrono terapie anti-retrovirali, alle quali vengono sottoposti i figli dei malati, è salito da 44 nel 2005 a 76 nel 2007. Ma migliaia di persone, purtroppo, continuano ancora a subire le conseguenze di una nefasta epidemia che ha spazzato via quasi un’intera generazione, lasciando tanti bambini orfani dei propri genitori.

 

Vedi tutto il reportage sul sito di Kika Press