home » diritti » Spreco di denaro pubblico

Spreco di denaro pubblico

19 December 2011versione stampabile

I numeri del piano Trenitalia sulla dismissione delle vetture sembrerebbero confermare le tesi dei lavoratori licenziati. Fino a marzo 2011 le vetture attive per i servizi nazionali e internazionali erano 249, ora sono 136 con un programma di riduzione che le porterà a 60 per tutto il territorio nazionale. Modernizzazione o spreco di denaro pubblico? I dati raccolti dal coordinamento dei lavoratori riportano che:

Venti vetture di tipo Excelsior, realizzate dal 1998 al 2005, per un costo totale di 30 milioni di euro, sono state accantonate nei parchi ferroviari del Sud (Reggio Calabria, Palermo, Bari e Lecce).
151 vetture di tipo MU, realizzate fra il 1981 e il 1992, delle quali 119 ristrutturate dal 2007 al 2011 (per una spesa di 41 milioni 650mila euro), saranno ridotte a 60, il resto verrà abbandonato alla ruggine, nei parchi ferroviari.
87 vetture T2S – 22 ancora in circolazione – modificate con bagno e doccia, grazie a una spesa 8 milioni 250mila euro, sono state definitivamente soppresse l’11 dicembre.

Inoltre Trenitalia ha deciso, già dal 2008, di eliminare la sorveglianza di questi carri e la ditta incaricata di manutenere le vetture ancora in uso, non lavora a causa dei tagli. Il risultato è la fatiscenza dei treni e i disagi per i viaggiatori.