home » esteri » asia e pacifico » Pakistan, i talebani lanciano una jihad contro i telefonini

Pakistan, i talebani lanciano una jihad contro i telefonini

20 December 2011versione stampabile

Per i talebani delle Aree Tribali del Pakistan, inviare messaggi o foto con il telefonino costituisce un incentivo all’oscenità e alla volgarità. I cellulari, ritenuti simbolo di una modernità occidentale che corrompe i comportamenti del buon musulmano, sono perciò diventati gli obiettivi di una nuova jihad culturale.

Fino ad ora sono stati sequestrati e bruciati più di 300 telefoni cellulari e una dozzina di computer. Il quotidiano pachistano The News riferisce che sono stati fatti circolare volantini contro “le fonti di promozione di oscenità e volgarità” e gli abitanti sono stati invitati a condannare i comportamenti deplorevoli di abuso tecnologico. “I talebani hanno anche proibito di vedere film e ascoltare musica”, riferisce ancora la testata.

Fino a non molto tempo fa i talebani si battevano contro i cellulari per tutt’altro motivo: sostenevano che dei dispositivi interni alla Sim-card permettevano ai droni di individuare l’obiettivo da colpire. Ora, il cambiamento del tipo di campagna contro i dispositivi telefonici è da attribuire al bisogno di stabilire un maggiore controllo sociale.

Sarebbe però errato pensare che i militanti armati della jihad non siano al passo con le moderne forme di comunicazione: i talebani afgani e gli alleati shabab della Somalia tweettano quotidianamente.