home » esteri » africa » Congo, almeno 24 morti dalla fine delle elezioni

Congo, almeno 24 morti dalla fine delle elezioni

22 December 2011versione stampabile

Dalla fine delle elezioni in Congo, la polizia ha ucciso almeno 24 persone. Lo denuncia Human Rights Watch che grazie alle testimonianze di membri del suo staff e di altri attivisti congolesi, può affermare che nella capitale Kinshasa ci sono stati 20 morti, due in North Kivu e due nella provincia occidentale Kasai.

Le elezioni – le prime dal 2003, quando finì la guerra civile nel paese che causò 4 milioni di morti – hanno visto vincitore Joseph Kabila, ma il suo principale concorrente, Etienne Tshisekedi, ha denunciato brogli e si è definito il vero vincitore.

I risultati ufficiali sono stati resi noti il 9 dicembre scorso e subito respinte da Tshisekedi. Questa settimana ha giurato il governo di Kabila.

Secondo Hrw le uccisioni e gli arresti arbitrari sono un tentativo da parte delle autorità di soffocare le proteste contro i risultati elettorali. Denunciato anche il tentativo da parte della polizia di insabbiare le prove degli omicidi, rimuovendo i corpi e obbligando i medici a non rivelare informazioni.