home » esteri » africa » Congo, presidente del Senato aggredito a Parigi. Accusati attivisti dell’opposizione

Congo, presidente del Senato aggredito a Parigi. Accusati attivisti dell’opposizione

2 January 2012versione stampabile

Il presidente del Senato della Repubblica Democratica del Congo, Leon Kengo Wa Dondo, è stato aggredito da un gruppo di sostenitori del partito dell’opposizione congolese a Parigi nella stazione ferroviaria Gare du Nord, sabato scorso. L’episodio è stato confermato dal portavoce del ministero degli esteri francese.

Il 76enne presidente si trovava in Francia per un viaggio privato e non aveva comunicato la sua presenza alle autorità francesi. E’ stato ricoverato in un ospedale della città.

Il ministro della Comunicazione Lambert Mende ha riferito che Kengo ha riportato “la rottura di alcuni denti ed è stato fatto cadere al suolo”. Domenica il governo congolese ha condannato l’attacco e chiesto a Parigi di chiarire l’episodio, inoltre il ministro degli Esteri di Kinshasa ha chiamato l’ambasciatore francese “perchè l’incidente è molto serio e solleva preoccupazioni per il governo congolese”, ha continuato Mende.

Il 20 dicembre scorso il presidente Joseph Kabila aveva formato il nuovo governo dopo aver vinto delle contestatissime elezioni. Il leader dell’opposizione, Etienne Tshisekedi, accusa di brogli Kabila e rifiuta di riconoscerne l’elezione, proclamandosi presidente. Nelle scorse settimane i suoi sostenitori avevano organizzato manifestazioni di protesta a Bruxelles e Londra.