home » italia » Italia, banche: la stretta sulle piccole e medie imprese

Italia, banche: la stretta sulle piccole e medie imprese

9 January 2012versione stampabile

È sempre più difficile ottenere un prestito da un istituto bancario o aprire una linea di credito per i piccoli e medi imprenditori italiani, secondo il rapporto realizzato dall’Istituto Swg per la Confederazione nazionale degli artigiani (Cna). Le piccole e medie imprese costituiscono il 95,3 percento del totale delle imprese italiane.

Dall’indagine emerge che oltre 1,5 milioni di imprenditori hanno avuto difficoltà ad accedere al credito. Inoltre, quasi otto intervistati su dieci hanno espresso preoccupazione riguardo al loro rapporto con le banche e ritengono che la stretta creditizia sia addirittura peggiore rispetto a quella degli anni 2008 e 2009.

Il Cna sottolinea come la situazione sia maggiormente preoccupante per le imprese del Mezzogiorno, quelle che operano nel settore edilizio e per le micro imprese con un numero di dipendenti che va da 1 a 9. I risultati dell’indagine esprimono pessimismo anche per il prossimo futuro. Poche le speranza di miglioramento: la maggioranza degli imprenditori, il 58 percento, prevede un aggravarsi della situazione; in particolare, lo scenario sembra passibile di peggioramento per le medie e le micro imprese.