home » blog » Acqua: qualsiasi governo deve rispettare la sovranità del voto referendario

Acqua: qualsiasi governo deve rispettare la sovranità del voto referendario

19 January 2012versione stampabile

Seminano nel pianto. Come se non bastasse la cura terminale inflitta all’Italia con botte di austerità, innalzamento delle pensioni e nuove tasse per chi da sempre già le paghe, adesso il governo Monti è passato alla fase due. C’è da avere paura. Specie se in questa fase due l’idea della “crescita” viene coltivata come sempre a danno della maggior parte dei cittadini, a spese dell’ambiente e, soprattutto, contro la stessa democrazia. Il governo Monti con la sua proposta di liberalizzazioni sta subdolamente tentando di rimettere le mani sull’acqua pubblica, aggirando il voto referendario del 12 e 13 giugno. Ve la ricordate la sera del 13 giugno? Un paese intero si è ritrovato dopo due decenni non all’insegna di una scolorita bandiera evocata dai seguaci di un nazionalismo straccione ed egoista, nella migliore delle ipotesi. La sera del 13 giugno 27 milioni di cittadini e cittadine hanno riportato nelle mani degli italiani il bene comune più importante alla vita ed allo sviluppo umano sul pianeta: l’acqua.

Ci siamo sentiti tutti più felici, perché partecipando abbiamo costruito un pezzo di democrazia e individuato un destino comune nel nostro essere popolo. Un momento straordinario che ha dimostrato a tutti che le alternative sono possibili e credibili, alla faccia dei fautori tristi della prudenza a prescindere. Dopo anni di iniziative, battaglie, proposte, i movimenti ed i comitati in difesa dell’acqua pubblica sono riusciti a far breccia in termini maggioritari nel cuore degli italiani: l’acqua non si tocca. Un business di 70 miliardi di euro nei prossimi 20 anni. Tra reti idriche e servizi, l’affare è gigantesco ed ovviamente attirati dalle prime privatizzazioni a fine anni ’90 si sono addensati come avvoltoi multinazionali, speculatori e politici corrotti. Senza contare il 7% di utili minimi garantiti grazie alle tariffe in bolletta, unico caso in cui lo Stato garantisce un ritorno del genere. L’oro blu dal nostro rubinetto di casa è diventato una grande partita, specie al tempo della crisi. In una situazione attuale appare evidente e goffo il tentativo di continuare a fare cassa con i gioielli di famiglia, privatizzando e svendendo le proprietà pubbliche ed i beni collettivi per truccare nel breve i bilanci dello stato.

Qualsiasi governo DEVE RISPETTARE la sovranità del voto e le decisioni della maggioranza degli italiani. Il governo Monti fa partire invece la fase due proprio aggirando il referendum per restituire agli amici degli amici ed ai soliti avvoltoi e lacchè l’affare acqua. Siamo passati dal “paese delle libertà” al paese “me ne frego del voto democratico”? del resto il sottosegretario Paolillo l’aveva detto in un attacco virale di sincerità quali fossero le intenzioni della squadra di banchieri e broker al governo. Si è persino spinto a dire che il referendum è stato un truffa. A quel punto avrebbe potuto aggiungere che anche la Corte Costituzionale è una truffa e la democrazia un’invenzione dei comunisti. Noi invece siamo convinti che l’unica truffa è quella che ogni giorno questo governo organizza contro gli italiani, rendendoci più poveri, più tartassati, più precari e soli nei nostri territori. Ma visto che ormai siamo abituati ai voltagabbana ed ai politici che vivono sulla luna, i movimenti hanno lanciato la “campagna di obbedienza civile per l’autoriduzione delle tariffe”, per non pagare quel 7% di profitto che continua ad essere pagato ai gestori nonostante la vittoria referendaria che abroga questa norma. Il mio voto va rispettato! È un fatto di democrazia, anche se di questi tempi pare sia un lusso che il mercato non si può più permettere. Proprio per questo da anni diciamo che si scrive acqua, ma si legge democrazia.

www.asud.net

One Response to Acqua: qualsiasi governo deve rispettare la sovranità del voto referendario

  1. sergio bufalari

    15 February 2012 at 16:30

    ciao giuseppe,quando ai tempo dai un’occhiata su netlog- zulustand59. ho scritto qualcosa in merito all’oro blu degli italiani.la prima parte è per i clienti, la seconda in NB..è un’argomento da affinare separatamente. ti saluto e buon lavoro