home » esteri » Grecia, hedge fund potrebbero ricorrere alla Corte per i diritti umani

Grecia, hedge fund potrebbero ricorrere alla Corte per i diritti umani

19 January 2012versione stampabile

Gli hedge fund, i fondi speculativi, conosciuti per utilizzare tattiche aggressive per fare soldi, stanno prendendo in considerazione di muovere causa contro la Grecia alla Corte europea per i diritti umani nel caso in cui decida di rivedere i termini dei propri bond e di costringere così gli investitori ad accettare delle perdite.

Secondo quando riporta il New York Times, il fatto che gli investitori ricevano meno di quanto posseggono potrebbe essere considerato una violazione dei diritti di proprietà, i quali a loro volta ricadono in Europa fra i diritti umani. La testata riporta alcune fonti secondo le quali la Grecia entro la settimana presenterà un’offerta ai creditori che prevede un coupon su nuovi bond, ricevuti in cambio di quelli vecchi, di meno del quattro percento richiesto dai creditori privati, che sarebbero costretti ad accettarlo.

La ristrutturazione dei bond è un elemento cruciale per Atene nelle negoziazioni per ottenere gli aiuti della comunità internazionale. Per ottenere il pacchetto da 130 miliardi di euro per affrontare la crisi, la Grecia si deve impegnare a tagliare il  debito di 100 miliardi entro il 2014, costringendo i banchieri ad accettare una perdita del 50 percento sui nuovi bond che ricevono in cambio del debito.