home » diritti » Binario 21: Lella Costa

Binario 21: Lella Costa

10 February 2012versione stampabile

E il mensile ha voluto ascoltare le voci e le opinioni di intellettuali e artisti sulla battaglia dei lavoratori dell’ex Wagon Lits, licenziati lo scorso dicembre dopo i tagli di Trenitalia sui treni notturni.

«Sono a Roma, ho già programmato di andarli a trovare quando tornerò a Milano. Credo che stiano facendo una sorta di narrazione contemporanea dell’Italia di oggi. Questi lavoratori sono quindi al di là del sacrificio personale: è una forma di memoria di cui dobbiamo solo essere grati. È come se ci facessero riflettere su quelle che dovrebbero essere le priorità. Quindi grande ammirazione, grande gratitudine e tutta la mia personale solidarietà. Lo Stato sta facendo meno di niente per loro. Direi che è preoccupante e anche un po’ doloso perché appunto si tratta di un tema rispetto al quale ci saranno da prendere delle decisioni. Il fatto che ci sia questa rimozione totale dei lavoratori è preoccupante e spero che l’attenzione rimanga viva su di loro e le istituzioni facciano la loro parte. Non me l’aspetto, ma lo spero».

 

am