home » esteri » americhe » Argentina, proteste contro la legge antiterrorismo

Argentina, proteste contro la legge antiterrorismo

16 February 2012versione stampabile

Sindacati e gruppi per i diritti umani hanno manifestato oggi in Argentina per chiedere l’abrogazione della legge antiterrorismo approvata alla fine del 2011. Secondo i dimostranti, si tratterebbe soltanto di una misura per reprimere e criminalizzare la protesta sociale. In piazza, ad ogni buon conto, non sono scese soltanto le opposizioni, ma anche alcuni esponenti vicini alla presidente Cristina Kirchner.

In sostanza, la legge antiterrorismo punisce in maniera molto severa gli atti che “terrorizzano la popolazione” e quelli che “interrompono un pubblico servizio”. “E’ del tutto evidente che la legge non riguarda i diritti umani, costituzionali, sociali e di altro genere – ha detto il ministro degli Interni, Florencio Randazzo, difendendo il provvedimento -, tra cui il diritto a manifestare”.

Ad ogni modo, anche i media del paese si sono mostrati molto scettici al riguardo, sostenendo che la norma potrebbe prestarsi a interpretazioni molto pericolose. La paura è che si crei una situazione simile a quella cilena, in cui esistono aggravanti per i reati commessi durante le dimostrazioni.