home » italia » Casapound verso le comunali di Roma

Casapound verso le comunali di Roma

17 February 2012versione stampabile

Mario Di Vito

Nel 2013 a Roma si tornerà alle urne per eleggere il nuovo sindaco e Gianni Alemanno, come se non fossero bastate la batosta delle Olimpiadi e la figuraccia fatta per la questione della neve, trova davanti a sé un nemico in più, forse dove meno se lo aspettava. Casapound, infatti, ha annunciato qualche settimana fa la propria intenzione di concorrere con un candidato tutto suo alla sfida per il Campidoglio. Dalla sede di via Napoleone III a Roma, cominciano a trapelare indiscrezioni sulle strategie che i ‘fascisti del terzo millennio’ intraprenderanno per cercare di soffiare la poltrona all’ex amico Alemanno.

Dopo aver spaccato l’universo neofascista, disertando il corteo del 7 gennaio in memoria delle vittime di Acca Larentia, Casapound si prepara a sparare un altro colpo dal sicuro effetto mediatico: un candidato sindaco di colore, probabilmente il giornalista congolese Fidel Mbanga Bauna. Una decisione che appare sempre più probabile questa, a simboleggiare una risposta alle accuse di razzismo piovute sull’associazione dopo che un suo simpatizzante ha fatto strage di senegalesi a Firenze qualche settimana fa.

Fidel Mbanga Bauna, volto del Tgr Lazio e attore nel film ‘La poliziotta a New York’ con Edwige Fenech, si presentò nel 2003 nelle liste di Alleanza Nazionale a Montecitorio. Di quell’impresa si ricorda principalmente un titolo del quotidiano ‘La Padania’: “Faccetta nera entra in Parlamento”.

La candidatura del giornalista congolese rischia però di spaccare nuovamente l’ambiente dell’ultradestra, con Casapound che si ritrova un po’ ghettizzata nelle sue posizione troppo ‘progressiste’ rispetto all’ortodossia dichiaratamente neofascista, per esempio, di Forza Nuova. Insomma, la tanto sospirata ‘unità a destra’ sembra ancora lontanissima dal realizzarsi. E’ così che all’orizzonte si intravede un’altra lista nerissima per le comunali romane, ‘Il Popolo di Roma’, capeggiata da Giuliano Castellino, uno che nel suo curriculum può vantare trascorsi in Base Autonoma, Forza Nuova, Fiamma Tricolore, La Destra e pure Casapound.

Ad ogni modo, per gli uomini di Gianluca Iannone la campagna elettore è già cominciata, con la città che è stata tappezzata di manifesti con testimonial involontari del calibro di Renata Polverini e Nicola Zingaretti, le cui frasi contro Casapound vengono riportate a lettere cubitali.

2 Responses to Casapound verso le comunali di Roma

  1. Giskard Reventlov

    17 February 2012 at 22:57

    questa notizia è FALSA, e già prontamente smentita da chi di dovere.

    • Positive Vibrations

      18 February 2012 at 01:41

      da chi?