home » esteri » Russia, combattimenti al confine tra Cecenia e Daghestan

Russia, combattimenti al confine tra Cecenia e Daghestan

17 February 2012versione stampabile

Almeno tredici morti e una ventina di feriti tra le fila delle milizie governative e un numero imprecisato di perdite tra i ribelli islamici. E’ il bilancio, ancora provvisorio, dei violenti combattimenti in corso da tre giorni oltre due giorni sulle montagne al confine tra Cecenia e Daghestan.

Alcune decine di guerriglieri, muovendosi tra i boschi coperti da mezzo metro di neve, hanno attaccato lunedì notte una colonna di truppe cecene e russe nel distretto di Nozhai-Yurt. Ne sono seguito furiosi scontri a fuoco, proseguiti per tutta la giornata di martedì ed estesisi ieri nel distretto daghestano di Kazbek. Le forze federali russe stanno impiegando artiglieria pesante e aviazione.

A quasi tre anni dalla cessazione ufficiale dell’operazione antiterrorismo russa in Cecenia, la guerriglia separatista islamica guidata dall’emiro Dokka Umarov continua a rappresentare un problema per il Cremlino.

Anche nella vicina repubblica di Kabardino-Balcaria la situazione rischia di precipitare. Nella notte le forze speciali russe hanno ucciso due ribelli nella cittadina di Nartkala, dopo aver dichiarato tutto il distretto di Urvan area di operazione anti-terrorismo.