home » ambiente » Val di Susa, No Tav s’arrampica su traliccio e cade: è grave

Val di Susa, No Tav s’arrampica su traliccio e cade: è grave

27 February 2012versione stampabile

Grave incidente questa mattina in Val di Susa. Luca Abbà, uno dei più noti esponenti del movimento No Tav, nel tentativo di salire su un traliccio dell’alta tensione, ha toocato i cavi elettrici e ha preso la scossa. L’uomo, caduto a terra, è stato immediatamente soccorso dagli agenti di polizia, ed è stato trasferito al Cto di Torino a bordo di un elicottero ma le sue condizioni sarebbero giudicate molto gravi. Poco prima di cadere, aveva raccontato a una radio vicina al movimento la scalata del traliccio (qui l’audio).

Abbà, importante esponente del movimento che si oppone alla costruzione della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione, è rimasto ferito durante le operazioni di recinzione del cantiere della Maddalena di Chiomonte; l’uomo si trovava nella baita Clarea, struttura dove questa mattina si sono radunati una quindicina di No Tav, all’interno dell’area interessata dall’allargamento del cantiere, deciso da un’ordinanza prefettizia che chiedeva di procedere con urgenza al completamento della delimitazione del perimetro dell'”area di interesse strategico nazionale”; i lavori sono partiti questa mattina, con le forze dell’ordine schierate a protezione degli operai dell’Ltf, incaricati di allargare il cantiere.

Sempre per un’ordinanza del prefetto, è stata interdetta la circolazione di uomini e mezzi nella Val Clarea. È inoltre vietato l’accesso a tutti i sentieri e alle aree boschive dei comuni di Chiomonte e Giaglione che conducano al cantiere.