home » in rete » Ancora revenge Notav di Anonymous

Ancora revenge Notav di Anonymous

4 March 2012versione stampabile

Attaccati il sito del Governo italiano e del ministero degli Interni dagli Anonymous.

Nel loro comunicato, si legge che “Anonymous ancora una volta si schiera a  favore dei manifestanti in Val Susa, con la voglia di mostrare la  nostra solidarietà ad Alberto Perino, leader NO-TAV che presto avvierà un  corteo nel tentativo di raggiungere la Valle di Clarea delimitata dai  recinti delle linee ad alta velocità.
Vogliamo inoltre manifestare il nostro  dissenso per la proposta di processare i manifestanti della Val Susa  come ASSOCIAZIONE A DELINQUERE, quando l’esprimere il proprio dissenso  in uno stato democratico dovrebbe essere considerato legittimo,  considerando che è tipico di uno stato fascista utilizzare leggi  persecutorie per sedare le proteste e i dissensi popolari o politici.
Riteniamo che l’attenzione mediatica dovrebbe essere maggiormente centrata su questi gravi problemi.
Pertanto Anonymous ha deciso di rendere  inaccessibili governo.it,  interno.it, torino-lione.it ed ltf-sas.com   a partire dalle 17:50 di oggi  fino alle prossime ore.
Come sempre, questo attacco non è atto a causare un disservizio ma ad incentrare l’attenzione mediatica sugli eventi in corso “

7 Responses to Ancora revenge Notav di Anonymous

  1. Sara

    4 March 2012 at 18:47

    “questo attacco non è attuo a causare un disservizio”? E come diavolo definiscono, nella loro lingua, l’inaccessibilità del sito?

  2. Anonymous

    4 March 2012 at 19:08

    ;)
    For teh lulz!

    We are Anonymous
    We are Legion
    We don’t forgive
    We don’t forget
    Expect Us!

  3. Anonymous

    4 March 2012 at 19:10

    in realtà il press relativo a questa specifica op è:

    http://pastebin.com/37GtyKXx

  4. Lucia Del Grosso

    4 March 2012 at 19:18

    Ah, non è un disservizio? E che è? Un favore?

  5. Simone

    4 March 2012 at 20:22

    in realtà il disservizio c’è, è evidente, però penso che vogliano solo attirare l’attenzione sulle problematiche che vengono ignorate dai media, e sono ammirevoli per questo!!!
    Quell’ultima frase è quasi di scusa per l’attacco, come per dire “non vorremo agire in questo modo, ma siamo costretti a farlo per farci ascoltare” …

  6. Maria

    4 March 2012 at 21:46

    fanno proprio bene !

  7. Paky

    5 March 2012 at 08:18

    Pare che questa grave notizia sia passata in sordina. Non so se vi rendete conto della gravità nel condannare per legge dei manifestanti. E’ una cosa dalla gravità inaudita! Bravi Anonymous.