home » esteri » asia e pacifico » Cina, aumento della spesa militare e revisione della crescita

Cina, aumento della spesa militare e revisione della crescita

5 March 2012versione stampabile

Il primo ministro cinese, Wen Jiabao, davanti all’Assemblea nazionale del popolo e ai suoi tremila delegati ha sostenuto che l’obiettivo di crescita dell’economia cinese per quest’anno è fissato al 7,5 per cento in ribasso di 0,5 punti percentuali rispetto a quello fissato negli ultimi otto anni. Da come riferisce la Bbc la decisione è stata assunta per consentire uno sviluppo economico “più sostenibile e efficiente”; Wen ha sostenuto inoltre come verranno creati 9 milioni di nuovi posti di lavoro.

Nel frattempo, Pechino ha annunciato un aumento dell’11,2% del proprio bilancio militare con una previsione di spesa per la difesa nel 2012 fissata a 670 miliardi di yuan come riferisce  Li Zhaoxing. Il portavoce dell’Assemblea del Popolo ha sottolineato che la crescita nella spesa militare ha scopi difensivi e serve alla modernizzazione dell’Esercito di Liberazione del popolo, forte di 2,5 milioni di soldati: “una crescita ragionevole e appropriata”, “nello sviluppo pacifico” e che “non intende rappresentare una minaccia per gli altri popoli”.