home » esteri » africa » Nigeria, Boko Haram dietro il sequestro di Lamolinara

Nigeria, Boko Haram dietro il sequestro di Lamolinara

9 March 2012versione stampabile

Dietro il sequestro in Nigeria dell’ingegnere italiano Franco Lamolinara, ci sarebbe una fazione dissidente di Boko Haram. A dare la notizia è la Bbc, secondo cui la cellula dissidente potrebbe avere legami molto stretti con al-Qaeda.

Boko Haram (letteralmente “L’educazione occidentale sia proibita”), è entrato in attività circa dieci anni fa nella Nigeria nord orientale, negli ultimi mesi, poi, il gruppo è finito al centro del mirino delle agenzie di intelligence di mezzo mondo come uno dei gruppi dalla crescita più veloce in Medio Oriente e Africa.

Alla guida di Boko Haram c’è Mohamed Yusuf, giovane e carismatico predicatore che ha attratto a sé moltissimi ragazzi. In passato, le attività del gruppo erano limitate alla rapina di banche, solo ultimamente è avvenuto il ‘salto di qualità’ con attentati devastanti ed ampio uso di esplosivi. E’ attribuito a loro, infatti, l’attacco dello scorso Natale contro le chiese cristiane, durante il quale sono morte oltre 40 persone.