home » multimedia » foto » Scampia riparte dal carnevale

Scampia riparte dal carnevale

14 March 2012versione stampabile

Testo e foto di Anna Giolitto

Contrariamente ai comuni presentimenti, i passeggeri che escono dalla stazione metro di Scampia verranno accolti da un cartello scherzoso di benvenuto: “Benevenuti a Scampia. Basta crederci e trovi un mare di bene a Scampia”. E in questo quartiere periferico di Napoli, che registra uno dei tassi di disoccupazione più alti d’Italia e famoso più per le notizie di criminalità legate alla Camorra, si trova effettivamente un mare…di bene. Diverse associazioni molto radicate sul territorio collaborano infatti da anni per risollevare il disagio sociale, risvegliare le coscienze e favorire la partecipazione attiva dei cittadini, organizzando laboratori nelle scuole, nei centri associativi del quartiere e nel campo Rom. GRIDAS è una delle associazioni di riferimento. Il suo acronimo sta per “gruppo di risveglio dal sonno”, quel sonno che produce mostri, come Francisco Goya scrisse in una delle sue incisioni.
Trent’anni fa GRIDAS lanciò una grande sfida, quella della riappropriazione delle strade e dei luoghi pubblici attraverso la sfilata del Carnevale, una grande occasione di recupero della manualità artistica dei più giovani e di critica sociale. Con gli anni il Carnevale è diventato una tradizione, forse l’unica di questo quartiere senza storia.