home » esteri » Siria, ecco le mail segrete di Assad

Siria, ecco le mail segrete di Assad

15 March 2012versione stampabile

Tremila mail personali di Bashar el Assad e di sua moglie Asma. Il quotidiano britannico The Guardian è venuto in possesso di questi documenti riservatissimi dai quli emerge che il presidente siriano avrebbe ricevuto consigli dall’Iran su come affrontare la rivolta (8mila morti, al momento, secondo le fonti Onu) e come la consorte del presidente si diverta a fare spese folli per migliaia di dollari in giro per il web.

Il Consiglio Supremo della Rivoluzione (uno dei momvimenti di opposizione, che ha fornito al Guardian le email) ha spiegato che le email sono comprese tra il giugno 2011 e lo scorso 7 febbraio, quando cioè, l’esistenza di questi documenti è stata portata alla luce dai mediattivisti di Anonymous.

Tra le corrispondenze vengono fuori diversi spunti interessanti, da Assad che definisce ‘immondizia’ le riforme costituzionali sul multipartitismo da lui introdotta e approvate con un referendum plebiscitario un mese fa, fino alle spese di  Asma Assad, nata e cresciuta a Londra: oltre 10.000 dollari per candelabri e tavoli da Parigi.

2 Responses to Siria, ecco le mail segrete di Assad

  1. Ivan Guillaume Cosenza

    15 March 2012 at 12:42

    E la fonte è SEMPRE il Consiglio Supremo della Rivoluzione tramite i media inglesi….

  2. Antonino Salerno

    15 March 2012 at 19:24

    E’ incredibile come tanta sinistra continui a cascare negli stessi errori, anche a distanza di pochi mesi.
    Il Consiglio Nazionale Siriano, gola profonda notoriamente finanziata dalla NATO, fa uno scoop, fornisce le mail del dittatore, dove lo sventato si lancia in apprezzamenti da cui emerge senza dubbi la sua reale statura morale. I media ci mostrano pure la moglie del tiranno, bella e straricca, che sperpera e si diverte (chissà questo dettaglio da chi arriva! Da una persona molto intima si può immaginare) mentre il suo popolo soffre. RAI News aggiunge l’album di famiglia del mostro dal lungo collo. Sembra una telenovela, ci sono tutti gli ingredienti.