home » ambiente » Sicilia, il triangolo della morte

Sicilia, il triangolo della morte

23 March 2012versione stampabile

In Sicilia,in provincia di Siracusa, gli abitanti di Augusta, Priolo e Melilli subiscono da anni l’inquinamento prodotto dall’industria petrolchimica (Esso – gruppo Erg- Polimeri Europa – Sasol – Syndia) e dall’impianto di gassificazione dell’Isab Energy.

In questo video, appena girato da Prospektiva Video, è riassunto la tragica situazione di questa terra, maltrattata da decenni con danni ambientali irreversibili. Per non parlare dell’impatto fatale sulla salute dei cittadini del “triangolo della morte”.

 

 

 

 

IL VIDEO

7 Responses to Sicilia, il triangolo della morte

  1. antonio

    24 March 2012 at 12:38

    Ho vissuto 25 anni a Siracusa e da anni i pediatri denunciano che i bimbi nascono con grossi problemi di salute. Ritorniamo ad occupare la terra e a cercare di vivere una vita sana e libera

  2. Luca

    24 March 2012 at 21:07

    Siamo fottuti.. in Sicilia e nel resto del mondo.. basta inquinare!

  3. gabry

    24 March 2012 at 22:24

    bravi giovani siete voi il futuro di questo territorio………

    • Dha

      5 June 2012 at 09:08

      Ciao a tutti, proprio ieri sera mi sono acrotca di quanto la mia comunicazione spesso sia veramente poco efficace. Ero con una mia amica in discoteca e si sono avvicinati due ragazzi che hanno attaccato bottone, a parte qualche parola e qualche battuta per non sono riuscita a comunicare davvero con loro e pensare che sarebbe bastato fare qualche domanda in pi ma come al solito mi blocco! Poi chiaro che perdono l’interesse. E pure in palestra ci sono un sacco di ragazzi carini ma oltre il ciao non vado mai! Perlomeno adesso ne sono consapevole e posso esercitarmi a migliorarex Gianfranco: mi spiace che tu abbia questa opinione delle donne immagino che avrai avuto delle esperienze negative che ti abbiano portato a vedere le cose in questo modo ma ti assicuro che ci sono tante donne che cercano una persona da amare e basta, non fare l’errore di generalizzare, anche noi donne lo facciamo molto spesso nei confronti degli uomini (tipo: gli uomini pensano solo a portarti a letto ) e cos creiamo un muro che ci impedisce di comunicare e scoprire davvero l’altra persona.

  4. laura

    26 March 2012 at 11:02

    “dopo che avranno distrutto tutto gli resteranno i soldi,peccato che non potranno mangiarli”

  5. nora

    28 March 2012 at 10:18

    Rispetto per la Terra !!!

  6. Castleville

    5 June 2012 at 10:47

    Ciao Ilaria,associo la situazione che dcersivi alle occasioni in cui ci comportiamo (mi comporto) in modo strano, dove per strano intendo in modo poco logico.Dopo un p di tempo dall’ “episodio” come se mi risvegliassi e e domando a me stesso: “Perch ho agito cos ?”. La risposta che mi sono dato che dentro di me c’ una “personcina” ( corretto chiamarla inconscio?) che gestisce buona parte delle mie emozioni e dei miei stati d’animo. Nel mio caso, quella “personcina” sta crescendo; a fronte delle esperienze che le faccio vivere impara, piano piano, qualcosa. E quello stato che definisco di confusione che tu hai descritto (confusione perch la nostra logica non si capacita di certi comportamenti), quando mi succede, significa semplicemente che la “personcina” sta imparando.Franco