home » esteri » americhe » Argentina, la provincia di Neuquén sospende contratti petroliferi a tre compagnie

Argentina, la provincia di Neuquén sospende contratti petroliferi a tre compagnie

4 April 2012versione stampabile

La provincia meridionale di Neuquén ha sospeso i contratti di sfruttamento petrolifero di tre compagnie – la brasiliana Petrobras, la canadese Argenta Energia e l’argentina Tecpetrol – nei giacimenti di Veta Escondida, Covunco Norte e Fortin de Piedra perché hanno investito sul territorio. Le autorità di Neuquén avevano già adottato la stessa misura nei confronti della Ypf, controllata dalla spagnola Repsol, ritirandole per motivi analoghi tre concessioni. Secondo quanto riporta l’agenzia Misna, la decisione delle autorità locali rientra nel conflitto aperto tra la Yfp e il governo federale che accusa il gruppo petrolifero di non investire abbastanza in Argentina, mantenendo bassa la produzione. Le sono già state ritirate, infatti, in tutto le concessioni in 11 aree anche nelle province di Chubut, Salta, Mendoza, Santa Cruz, e Rio Negro, mentre Tierra del Fuego e Formosa minacciano di fare altrettanto.

Intanto, ieri, la Yfp – privatizzata nel 1990, ha registrato un calo del 15,8 percento alla Borsa di Buenos Aires a causa di voci insistenti su una sua possibile nazionalizzazione.