home » esteri » asia e pacifico » Corea del Nord: intercettare il nostro satellite è atto di guerra

Corea del Nord: intercettare il nostro satellite è atto di guerra

6 April 2012versione stampabile

La Corea del Nord fa sapere che una ipotetica intercettazione del satellite che si prepara a lanciare nello spazio a metà aprile sarà considerato un “atto di guerra”.

Citato dall’agenzia statale Kcna, il leader del paese, Kim Jong-Un, ha precisato che il mondo già conosce la natura scientifica e pacifica del lancio del satellite che sarà inviato nello spazio per festeggiare il centenario del “leader eterno” e fondatore del paese Kim Il-Sung (1912-1994). Una precisazione che si è fatta indispensabile dopo che Giappone e Corea del Sud hanno spiegato di considerare quel lancio una prova mascherata per testare missili balistici e annunciato piani per sabotarlo se solo la sua traiettoria verrà deviata fino a sorvolare i loro territori.

Di fatto Tokio ha intanto dispiegato un sistema di missili terra-aria in tutta la regione di Okinawa, nel sud del Giappone, vicino alla quale è previsto il lancio del satellite nordcoreano.

 

One Response to Corea del Nord: intercettare il nostro satellite è atto di guerra

  1. alex

    9 April 2012 at 16:04

    Nonostante la martellante propaganda degli americani e dei loro lacchè sullo scacchiere asiatico ( vedi Giappone e Corea del Sud),
    sono anni ormai che la Corea del Nord ha rinunciato all’utilizzo dell’atomo per scopi bellici, rivolgendo ad esso unicamente intenzioni di sviluppo pacifico.
    Le legittime aspirazioni del Popolo Nordcoreano a progredire verso una via pacifica di trionfo del Socialismo e dell’ Uguaglianza fra i popoli vengono attaccate quotidianamente. Nonostante ciò la Corea del Nord ha sempre rifiutato qualsiasi provocazione, soprattutto dal regime fascista sudcoreano che vorrebbe schiacciare ed asservire al lavoro coatto nelle sue fabbriche anche le masse popolari del Nord.