home » esteri » Iran, niente petrolio a chi ostacola il nucleare

Iran, niente petrolio a chi ostacola il nucleare

10 April 2012versione stampabile

L’Iran non cede il passo alle minacce di embargo internazionale e preferisce giocare d’anticipo, limitando da sé l’esportazione di petrolio. La Comunità Europea continua a promettere sanzioni contro l’Iran a causa del suo programma di sviluppo nucleare.

Da Febbraio Teheran fa già a meno dei soldi di Grecia, Francia e Gran Bretagna, in lista il presidente Ahmadinejad aggiunge anche la Spagna, pensando di estendere il proprio isolamento per dimostrare che l’economia iraniana può sussistere anche senza l’esportazione di petrolio (l’Iran produce 3,5 milioni di greggio al giorno, 2,5 milioni al momento sono destinati ai partner esteri).

Il presidente iraniano vuole mostrare i muscoli a chi vuole essere d’intralcio al programma nucleare del Paese, che, ci tiene a sottolineare, sarà utilizzato unicamente per fini civili.