home » esteri » asia e pacifico » Cina, incriminata per omicidio la moglie di Bo Xilai

Cina, incriminata per omicidio la moglie di Bo Xilai

11 April 2012versione stampabile

Ora lo dicono anche i media ufficiali. Gu Kailai, moglie dell’ex leader di Chongqing ed ex astro nascente del Partito comunista cinese Bo Xilai, è incriminata per omicidio. L’accusa è gravissima: la donna sarebbe coinvolta nella strana morte dell’uomo d’affari inglese Neil Heywood, per interessi economici ancora oscuri. Leggendo tra le righe dello stringato comunicato dell’agenzia di Stato Xinhua, l’occhio cade subito su quel “Bogu Kailai” con cui l’ex zarina di Chongqing viene chiamata: al suo cognome, “Gu”, viene aggiunto quello del marito, “Bo”, segno che anche lui è indagato. E si cita anche il figlio della coppia, Bo Guagua, quasi un’anticipazione di futuri sviluppi.

Ai tempi della morte del misterioso mister Heywood, lo scorso novembre, le procedure furono sbrigative, con la cremazione del corpo dell’inglese senza un’accurata autopsia.
Poi, a febbraio, la fuga di Wang Lijun – ex braccio destro di Bo Xilai – nel consolato Usa di Chengdu e, da quel momento, il precipitare degli eventi, con la sostituzione dell’ex leader di Chongqing, la cacciata dal Politburo e le insistenti voci sulla detenzione della moglie in un luogo segreto. Ora la conferma.

La corrispondente da Hong Kong di Al Jazeera’s, Melissa Chan, ha dato voce ad una serie di ipotesi, che in questi giorni circolano in rete, riguardanti giochi di poteri politici interni al Partito che avrebbero forzato il caso, per creare una montatura contro Bo Xilai, il cui carisma stava divenendo ingombrante all’interno della politica cinese.