home » cultura » Spagna, Rajoy taglia 10 miliardi di euro a Sanità e Istruzione

Spagna, Rajoy taglia 10 miliardi di euro a Sanità e Istruzione

20 April 2012versione stampabile

Il premier spagnolo Mariano Rajoy, ha presieduto uno dei Consigli dei ministri più caldi degli ultimi anni. Durante la riunione, infatti, sono stati decisi tagli per 10 miliardi di euro nel settore della Sanità e dell’Istruzione. Tutto per contenere l’enorme deficit accumulato da Madrid.

Gli studenti sono sul piede di guerra visto che le tasse universitarie potrebbero aumentare considerevolmente a breve.

Sette i miliardi tagliati al settore della Sanità. Inoltre, i cittadini dovranno contribuire al pagamento dei medicinali in base al reddito dichiarato.

Per il settore dell’Istruzione, invece, i tagli dovrebbero aggirarsi intorno a una cifra di 3 miliardi di euro. Nella riforma è prevista anche la revisione del numero di studenti per aula e di conseguenza il carico di lavoro per gli insegnanti.

All’ordine del giorno del Consiglio, però, c’è anche la questione legata alla Repsol-Ypf che da qualche tempo ha messo in crisi i rapporti diplomatici fra Madrid e Buenos Aires. Secondo i ben informati, infatti, dal Consiglio potrebbero uscire anche le misure da adottare contro l’Argentina. Le indiscrezioni parlano di una volontà nemmeno tanto latente di voler sviluppare in Spagna un grande mercato del bioetanolo, per evitare anche il ripetersi di situazioni come quella nata in Argentina.