home » esteri » Francia, Hollande batte Sarkozy

Francia, Hollande batte Sarkozy

23 April 2012versione stampabile

Con lo spoglio delle schede quasi ultimato, il ministero dell’Interno ha diffuso all’alba di oggi i risultati del primo turno delle presidenziali di ieri: il socialista François Hollande è in testa con il 28,63 percento, mentre il presidente Nicolas Sarkozy è al 27,08. Si restringe la distanza tra i due rispetto ai risultati diffusi la scorsa notte. Il ballottaggio sarà il 6 maggio prossimo. In questi risultati mancano ancora i voti dei cittadini francesi all’estero.
Confermato, intanto, l’exploit di Marine Le Pen, la candidata dell’ultra destra arrivata al 18,01 percento, il miglior risultato storico del Fronte nazionale. Al quarto posto il candidato della sinistra Jean-Luc Mèlenchon con l’11,3 e al quinto posto il centrista con Francois Bayrou con il 9,11.

Dall’Italia arrivano i primi commenti, in particolare dal centro-sinistra, che si compiace dell’ottimo piazzamento di Hollande ma che si dice preoccupata per “il fatto che oltre il 30 per cento dei francesi abbia espresso un voto antisemita. Fa riflettere sul livello di sfiducia”. Ad affermarlo, in una intervista al Corriere della Sera, è il vice segretario del Pd Enrico Letta. “Lo dico perchè spesso si pensa che il nostro caso sia unico e tutto legato agli scandali e all’ignominia della classe politica italiana. Siamo davanti – aggiunge Letta – a una tendenza inquietante, che pone domande alla politica. Per la Francia è la prima volta e il problema è che si tratta di una tendenza europea, quindi anche italiana”.

L’esponente del centrosinistra dice di non riferirsi solo a Beppe Grillo: “Anche la Lega – sottolinea – ha preso una deriva di un certo tipo”. In ogni caso, il risultato di Hollande è positivo: “Spero che il risultato francese dia una spinta a favore del centrosinistra negli altri Paesi e quindi anche in Italia”, ha concluso.