home » esteri » americhe » Cile, migliaia di studenti ancora in piazza per istruzione gratuita e di qualità

Cile, migliaia di studenti ancora in piazza per istruzione gratuita e di qualità

26 April 2012versione stampabile

Gli studenti cileni sono tornati, questo mercoledì, per le strade di Santiago per rinnovare la loro protesta contro il sistema educativo e chiederne un miglioramento urgente. Si tratta di una manifestazione organizzata da giorni, ben prima che l’Esecutivo annunciasse la riforma tributaria che vedrà modificato alla radice l’apporto governativo alle spese universitarie.

E’ di due giorni fa, infatti, la decisione di cancellare il tanto contestato Credito con l’avallo statale (Cae), una formula che rendeva schiavi delle banche gli studenti più poveri, i quali impiegavano anni di lavoro post laurea per ripagare il prestito. Da ora in avanti le banche saranno tagliate fuori dai prestiti, che verranno gestiti dallo Stato, il quale aiuterà a pagare le tasse. Grazie alle rivolte studentesche dell’ultimo anno, dunque, il Governo ha dovuto cedere e dell’operazione ne beneficerà il novanta per cento degli universitari. La riforma prevede anche una maggior copertura delle borse di studio, accessibili sin dalla selezione universitaria a seconda dei piazzamenti nei test d’ingresso e un abbassamento dei tassi dei Cae già concessi.

Ma, per far capire a Pinera che le richieste continuano e che il sistema educativo va riformato alla radice per una istruzione pubblica gratuita e di qualità, la confederazione degli Studenti non ha di certo cancellato l’appuntamento al quale hanno partecipato migliaia di persone.