home » esteri » Internet, ‘infetta’ più la religione del porno

Internet, ‘infetta’ più la religione del porno

3 May 2012versione stampabile

E’ più pericoloso rimanere infettati da un sito religioso che da uno porno. Nella classifica delle categorie di siti con più minacce per i navigatori – stilata dalla società di antivirus Symantec – il numero medio di minacce informatiche sui siti religiosi è 115, mentre sui siti porno sono un quinto, 25.

Rispetto al grado di pericolosità, i siti porno sono al decimo posto, dopo quelli di automobili, ottavi, e quelli dedicati alla medicina, noni. Al top della lista ci sono appunto i siti religiosi e ideologici, seguiti dai siti personali, quelli di finanza, di shopping e educazione. Secondo l’azienda americana, che dal 1982 produce software per la sicurezza dei computer, nel 2011 gli attacchi da parte di siti internet sono stati oltre 5,5 miliardi, cresciuti dell’81 percento rispetto al 2010. I ‘malware’ isolati, ovvero quei software in grado di causare danni anche irreversibili al computer, sono stati 403 milioni.

Analogamente, secondo le statistiche della Symantec, nel 2011 è diminuito lo spamming. Le mail non richieste a carattere pubblicitario o commerciale sono passate dall’88,5 percento del 2010 al 75,1 percento del 2011. In termini di sicurezza on-line, il nostro Paese lo scorso anno ha perso una posizione rispetto al 2010, passando dall’ottavo al nono posto. Roma rimane tuttavia la seconda città più ‘pericolosa’ al mondo per i bot, cioè programmi di controllo che monitorano le attività del computer ad insaputa dei loro proprietari, spesso usati da parte di criminali informatici per lanciare attacchi on-line.

One Response to Internet, ‘infetta’ più la religione del porno

  1. Siti Internet Online

    11 May 2012 at 00:24

    Probabilmente si abbassa di più la guardia quando si visitano i siti religiosi. Quando l’utente si sente al sicuro gli hacker sono in agguato.