home » esteri » Portogallo, proteste per il nuovo pedaggio autostradale

Portogallo, proteste per il nuovo pedaggio autostradale

7 May 2012versione stampabile

Le associazioni di consumatori portoghesi continuano a dimostrare la loro ostilità sulla decisione presa dal governo di istituire pedaggi anche sulle autostrade che collegano il Paese con la Spagna. Le proteste più accese avranno luogo, molto probabilmente, mercoledì, giorno in cui si terrà un vertice ad Oporto, proprio tra i due Paesi, durante il quale i due premier, Mariano Rajoy e Petro Passos Coelho, discuteranno delle relazioni commerciali e del provvedimento che secondo le associazioni starebbe provocando un calo degli scambi commerciali, danneggiati dal pedaggio.

La nuova tassazione colpisce proprio la parte settentrionale del Portogallo, area in cui gli scambi con la Spagna, sia da un punto di vista turistico che commerciale, sono particolarmente importanti. I pedaggi autostradali in vigore su tutta la rete sono stati estesi anche all’autostrada A23 e alla A22, che interessano i collegamenti Vilar Formoso-Salamanca e la frontiera ispano-portoghese Aymonte-Algarve.