home » esteri » Russia, Putin inaugura il nuovo mandato da Presidente mentre le piazze protestano

Russia, Putin inaugura il nuovo mandato da Presidente mentre le piazze protestano

7 May 2012versione stampabile

Vladimir Putin, dopo le discusse elezioni di marzo, è stato dichiarato nuovamente e ufficialmente Presidente della Russia. Ritorna, così, alla presidenza dopo i quattro anni in cui ha ricoperto la carica di Primo Ministro del presidente uscente, Dmitry Medvedev, che ne ha chiaramente caldeggiata l’elezione. Il giuramento si è tenuto al Cremlino, nella sala del trono che era utilizzata dagli zar di Russia (tra gli ospiti in prima fila s’è notato l’ex Premier Italiano Silvio Berlusoni).

Il discorso del “nuovo” presidente è stato incentrato tutto sulla volontà di modernizzazione del Paese e sulla necessità di coesione, che potrà rafforzare la democrazia, i diritti costituzionali e la libertà di tutti. Il discorso non ha contemplato le svariate crisi che attraversano la Russia: decrescita economica, violenze nel Caucaso del Nord, proteste di piazza delle opposizioni politiche, accuse di mancanza della libertà di stampa. L’ultima manifestazione s’è verificata proprio per protestare contro la celebrazione presidenziale. I manifestanti sono venuti in contatto con le forze di sicurezza, che hanno arrestato decine di oppositori. La piazza dei dissidenti richiede d’indire nuove elezioni, giudicando quelle svoltesi a marzo illegali. Tra i fermi della polizia si rivelano oppositori politici di spicco, tra cui Sergei Udaltsov, Boris Nemtsov e Alexei Navalny.

Se Putin dovesse riuscire a durare per tutto il mandato, sarà il primo Presidente russo che avrà ricoperto la carica per più anni.