home » esteri » Serbia, accordo di governo tra riformisti

Serbia, accordo di governo tra riformisti

9 May 2012versione stampabile

Ivica Dacic, leader del Partito Socialista Serbo (Sps), ha annunciato oggi l’accordo definitivo con il Partito Democratico di Boris Tadic per formare una coalizione di governo sia a livello parlamentare, che di consigli regionali.
I socialisti, arrivati terzi alle consultazioni elettorali di domenica scorsa appoggeranno, inoltre, il Presidente uscente Tadic nel secondo turno delle presidenziali che si terranno il 20 Maggio.

Oggi, il portavoce del partito socialista ha dichiarato all’agenzia di stampa Bloomberg che: “E’ stato raggiunto un accordo in linea con la nostra precedente cooperazione. Continueremo a lavorare insieme per formare una nuova maggioranza in parlamento e supportare Boris Tadic nel secondo round di elezioni parlamentari”.

In un momento in cui i governi europei, dalla Grecia all’Italia, perdono consensi sotto un’ondata di rabbia nei confronti delle misure di austerità, la popolazione serba è divisa tra le promesse d’ingresso nell’Unione Europea del presidente uscente, Boris Tadic, e la retorica nazionalista e anti-europeista del leader conservatore Tomislav Nikolic.