home » disarmo » Iran, riprendono a Vienna negoziati su programma nucleare

Iran, riprendono a Vienna negoziati su programma nucleare

14 May 2012versione stampabile

Oggi a Vienna, dopo tre mesi di sospensione, ripartono i negoziati sul programma nucleare iraniano. Al tavolo delle trattative l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea) e il governo iraniano.

Teheran e l’Aiea si erano fermati dopo l’ultimo vertice, nel febbraio scorso, tra il capo degli ispettori dell’agenzia, Hermann Nackaerts, e l’ambasciatore iraniano presso l’Aiea, Ali Asghar Soltanieh. La nota disgiunta, tre mesi fa, parlava di ”grandi differenze” tra le parti.

Il gruppo ‘5+1’ (Usa, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania), che media con l’Iran su incarico dell’Onu, attende ”segnali incoraggianti” da Teheran in vista del secondo round di colloqui previsti tra circa dieci giorni a Baghdad.

I rapporti tra l’Aiea e il regime iraniano si erano raffreddati dopo che Teheran avevano negato a Nackaerts e al suo team l’accesso al sito militare di Parchin, dove secondo l’Aiea in passato erano stati condotti test militari sospetti. Il direttore generale dell’Aiea, Yukiya Amano, recentemente ha affermato che l’accesso a Parchin è una ”priorità per l’agenzia nucleare”.

”L’Iran deve lasciarci accedere alle persone, ai documenti, alle informazioni e ai siti che possano aiutare il chiarimento delle questioni in sospeso sul suo programma nucleare”, ha dichiarato Nackaerts, entrando nella sede di Vienna. ”L’obiettivo di questi due giorni è trovare un accordo su un approccio che consenta di risolvere tutte le questioni in sospeso con l’Iran”.