home » esteri » americhe » Colombia, i paramilitari giurano di sterminare il nuovo partito dei movimenti sociali

Colombia, i paramilitari giurano di sterminare il nuovo partito dei movimenti sociali

15 May 2012versione stampabile

Stella Spinelli

Le “Águilas Negras”, banda criminale neo-paramilitare, hanno fatto circolare un comunicato nel quale minacciano di morte vari esponenti delle organizzazioni sociali, politiche e sindacali colombiane.

Il comunicato inizia con un avvertimento rivolto a “tutti i membri dell’Unión Patriótica (chiamando cosi la Marcha Patriótica, il nuovo movimento sociale sceso in campo per contrastare la vecchia politica corrotta, in modo da creare un collegamento diretto al partito che negli anni Novanta venne sterminato dai paracos ndr.) che altro non sono se non aiutanti della guerriglia, terristi, sapos hijueputas amici di Chávez, che partecipano a ogni marcia contro lo Stato legalmente costituito e che gettano discredito sull’azione delle nostre gloriose istituzioni militari e politiche”.

Quindi continua dicendo che i gruppi suddetti agiscono “sollevando le comunità affinché reclamino i loro presunti diritti, reclamino terre e altri presunti benefici dicendo che sono sfollati con la forza o vittime dello Stato, abusando della enorme volontà del nostro presidente Santos, e che si oppongono al nostro benemerito tribunale militare dei nostri eroi della patria, che mettono a rischio le loro vite per il benessere della nostra nazione, lottando contro gli hijueputas guerrilleros e terroristi come loro in lungo e in largo per il nostro territorio”.

Per queste ragioni dichiarano “obiettivo militare le organizzazioni a cui si relazionano e le quali sono finanziate dalla guerriglia per il lavoro svolto con la popolazione e per la costruzione del loro nuovo movimento Marcha Patriótica, che elimineremo come abbiamo fatto gli anni precedenti”. Precisati i primi obiettivi: Fensuagro, Asocamndes, Conap, Cnd, Andescol, Reinicar, Funhascol, Mane, Andas, Mesa nacional, Casa de amistad con Venezuela, Federacion nacional sindical nuevo liderazgo campesino.
Quindi mettono in guardia tutti i dirigenti della Marcha, spiegando che se continueranno a lavorare per il nuovo movimento diventeranno automaticamente obiettivi paramilitari, e ordinano a tutti i minacciati di abbandonare Bogotá nel giro di pochi giorni. O sarà la fine. Il comunicato è firmato dal Bloque Capital de “Las Águilas Negras” che opera nella città di Bogotá. Un comunicato che ha una diretta relazione con la denuncia fatta dalla ex senatrice Piedad Córdoba, sulle minacce alla sua incolumità ricevute dal medesimo gruppo a causa della sua posizione politica molto vicina alla Marcha Patriótica.