home » esteri » africa » Somalia, bombardate basi pirati da missione Ue

Somalia, bombardate basi pirati da missione Ue

15 May 2012versione stampabile

La missione navale inviata dall’Unione europea nel Corno d’Africa come deterrente alla pirateria internazionale, ha bombardato la costa somala per la prima volta.

Il mandato di Atalanta, come viene chiamata la missione, è contenuto nella risoluzione 1851 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite lo prevede, ma la misura estrema non era mai stata presa.

”Nessun somalo è stato ferito e tutti i mezzi sono rientrati senza danni”, ha annunciato il comando militare di Atalanta, secondo il quale l’operazione è stata condotta d’accordo con il Governo transitorio somalo.

In una nota della missione navale europea, l’operazione – compiuta solo con mezzi aerei – è stata definita ”mirata, precisa e proporzionata allo scopo di distruggere equipaggiamento dei pirati”. E viene precisato che ”in nessun momento alcun militare ha messo piede sul suolo somalo. Crediamo che questa azione della forza navale europea aumenterà ulteriormente la pressione sui pirati e interferirà con i loro sforzi di prendere il mare per attaccare navi mercantili”, ha dichiarato il contrammiraglio Duncan Potts, capo della missione.

3 Responses to Somalia, bombardate basi pirati da missione Ue

  1. pasquale esposito

    15 May 2012 at 14:51

    La guerra è data parte integrante delle politiche dell’Unione. Non ci sono limiti al diritto nazionale e internazionale. Come ha più volte sostenuto Danilo Zolo abbiamo scaraventato per aria tutto l’impianto normativo.

  2. Carolus

    15 May 2012 at 15:11

    Bene e in ritardo, ma mentre la missione UE, di cui mi sembra facciamo ancora parte compie finalmente giuste azioni militari, cosa sta facendo l’Europa per togliere di galera i due marò italiani che già operavano in difesa della libera navigazione ?
    Niente di niente !

  3. riccardo

    15 May 2012 at 16:05

    Carolus. Sei vero o un troll? Le tue parole sono agghiaccianti!