home » esteri » americhe » Colombia, attentato a ex ministro della Giustizia: 2 morti

Colombia, attentato a ex ministro della Giustizia: 2 morti

16 May 2012versione stampabile

E’ di due morti, non cinque come inizialmente detto, il bilancio dell’attentato di ieri a Bogotà contro l’auto dell’ex ministro dell’Interno e della Giustizia, Fernando Londono. Quaranta i feriti nell’esplosione. Le condizioni dell’ex ministro, che nell’attentato ha riportato una lieve ferita alla testa e lesioni alla clavicola, sono stabili.

L’azione non è stata rivendicata, ma il governo punta il dito contro la guerriglia delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc). Il sindaco della capitale, Gustavo Petro, ha reso noto che per l’attentato è già stato arrestato un sospetto.

Le versioni sulla dinamica dell’attentato sono più di una. Dopo quella dell’autobus carico di esplosivo, ora la polizia parla di una carica attaccata ad una portiera dell’auto blindata dell’ex ministro con una calamita da un uomo che si è fatto passare per un venditore ambulante ed è riuscito poi a fuggire.

Un familiare di Londono ha invece riferito al quotidiano El Tiempo che due uomini si sono avvicinati al veicolo in moto collocando sul parabrezza una bomba, che è esplosa poco dopo.