home » economia » Indignati di tutta Europa assediano la Bce

Indignati di tutta Europa assediano la Bce

17 May 2012versione stampabile

Enrico Piovesana

La storia recente dell’Europa in preda alla crisi sta dimostrando – salvo colpi di scena ateniesi – che il reale potere di decidere il destino dei cittadini europei non risiede più nei parlamenti nazionali, ma nelle istituzioni finanziarie europee. Da qui la decisione di una grande azione di protesta internazionale a Francoforte: capitale finanziaria dell’Europa e sede di quella Banca centrale europea che impone ai governi europei le sue antipopolari ricette di austerità.

Daniel Roland (AFP/Getty Images)

L’accampamento di Blockupy Francoforte, sgomberato mercoledì mattina dalla polizia tedesca, era stato eretto proprio sotto il grande simbolo giallo dell’euro ai piedi del grattacielo sede della Bce. E oggi i ‘bloccupanti’ – tedeschi, italiani, spagnoli, francesi, greci, belgi – vogliono formare una catena umana per impedire ai dipendenti della Banca centrale europea di recarsi al lavoro. Ma le forze dell’ordine stanno disperdendo tutti gli assembramenti, identificando tutti i manifestanti.

Questa protesta, come tutte le altre azioni previste per giovedì e venerdì e volte a bloccare/occupare tutto il distretto finanziario della città, non è autorizzata: il sindaco, Clauda Roth (dei Verdi), ha impedito ogni manifestazione in città fino a domenica. Per ora è consentito solo il corteo di sabato.

La situazione è molto tesa. Decine di migliaia di manifestanti stanno affluendo a Francoforte da tutta Europa per queste proteste: diversi autobus sono stati bloccati dalla polizia all’ingresso della città. Le forze dell’ordine hanno militarizzato il centro finanziario creando ‘zone rosse’ e check-point.

Per seguire in diretta l’evolversi delle proteste giorno per giorno:

http://www.globalproject.info

http://milanoinmovimento.com/category/francoforte