home » esteri » africa » Somaliland, 17 civili condannati a morte per aver attaccato base militare

Somaliland, 17 civili condannati a morte per aver attaccato base militare

17 May 2012versione stampabile

Una corte militare in Hargesia, la capitale dell’auto-proclamatasi Repubblica Indipendente del Somaliland, ha condannato a morte diciassette civili con l’accusa di aver attaccato una base militare.
Il fatto a cui si fa riferimento sarebbe avvenuto martedì scorso quando una trentina di membri dello stesso clan ha sferrato un attacco contro una caserma costruita su un terreno di loro proprietà da generazioni. Lo scontro a fuoco, durato varie ore, si è concluso con la morte di tre militari e due civili.

Tra le ventotto persone fermate, vi sarebbero anche cinque minori condannati all’ergastolo, tre feriti la cui condanna è stata postposta, e solo tre assolti.

Il Somaliland, che si è dichiarato unilateralmente indipendente nel 1991 dopo la deposizione del dittatore somalo Siad Barre, tiene regolarmente elezioni democratiche e gode di una relativa stabilità a confronto della vicina Somalia. Secondo il corrispondente della Bbc, Mohamed Mohamed, se le condanne a morte dovessero essere eseguite, vi potrebbe essere una reazione violenta degli altri membri del clan che porterebbe a un nuovo ricorso alla violenza.