home » esteri » americhe » Chicago, seconda giornata di proteste contro il vertice Nato

Chicago, seconda giornata di proteste contro il vertice Nato

21 May 2012versione stampabile

Dopo gli scontri di ieri, Chicago si prepara a nuove e più grandi proteste. Nel secondo e ultimo giorno del summit Nato, i manifestanti, che chiedono la fine del coinvolgimento statunitense in Afghanistan e misure drastiche contro riscaldamento globale e ineguaglianze economiche, hanno annunciato che marceranno verso il quartier generale del gigante dell’industria aeronautica Boeing.

Ieri, in quella che è stata la più grande giornata di mobilitazione che la capitale dell’Illinois abbia visto da anni, si sono registrati anche numerosi scontri con la polizia. I disordini sarebbero scoppiati quando un gruppo di dimostranti ha tentato di forzare i blocchi delle forze dell’ordine schierati a difesa del centro congressi che ospita i leader dei Paesi Nato.

Secondo Sarah Gelsomino dell’associazione Nazionale degli Avvocati, che rappresenta i manifestanti, sarebbero almeno sessanta le persone arrestate. Tra queste, anche alcuni veterani dell’esercito statunitense che hanno gettato contro gli agenti le medaglie al merito guadagnate in guerra.