home » ambiente » Brasile, oggi decisione Rousseff su legge deforestazione

Brasile, oggi decisione Rousseff su legge deforestazione

25 May 2012versione stampabile

Oggi il presidente brasiliano Dilma Rousseff annuncerà se promulgherà o meno la nuova controversa legge sulle foreste votata dal parlamento che, secondo gli ambientalisti, rappresenta una via libera per una deforestazione selvaggia.

Due milioni di persone hanno firmato una petizione contro il provvedimento. “Questo è un testo per la deforestazione e noi chiediamo un veto totale”, ha dichiarato Pedro Abramovay, a capo della campagna contro il provvedimento, guidata dall’organizzazione non governativa Avaaz.

Secondo stime diffuse l’anno scorso dal Wwf, la legge aprirebbe la strada alla distruzione di 76,5 milioni di ettari di foresta pluviale, pari ad un’area grande quando Germania, Austria e Italia messe insieme.

Il testo approvato non impone nessuna sanzione contro chi ha abbattuto alberi illegalmente prima del 2008 e riduce da 30 a 15 metri la fascia di vegetazione che va mantenuta lungo le rive dei fiumi, una misura che gli ambientalisti considerano pericolosa per quanto riguarda la prevenzione di frane e allagamenti.

Inoltre l’area di foresta amazzonica da preservare nei singoli stati brasiliani viene ridotta dall’80 al 50 per cento. Diverse fonti vicine alla presidenza riferiscono che la Rousseff porrà il veto su alcune parti della legge.