home » esteri » Turchia, attentato kamikaze: uccisi due agenti, venti i feriti

Turchia, attentato kamikaze: uccisi due agenti, venti i feriti

25 May 2012versione stampabile

Secondo quanto riferito dal ministro dell’Interno turco, Idris Naim Sahin, il commissariato di Pinarbasy non era l’obiettivo dell’attentato kamikaze di questa mattina, in cui sono morti due agenti di polizia, tre attentatori e sono rimaste ferite almeno altre venti persone.

L’agenzia turca Anadolou riportando le parole del ministro ha fatto sapere che i tre kamikaze avrebbero forse voluto colpire una città più grande, magari Istanbul, ma non ci sarebbero riusciti a causa di un posto di blocco della polizia nei pressi del commissariato. Solo a quel punto avrebbero deciso di innescare l’ordigno che indossavano. Il ministero ha anche reso noto che tra le persone ferite ci sarebbero dei bambini.

Al momento gli inquirenti non scartano alcuna ipotesi anche se i sospetti maggiori si dirigono verso i militanti del Pkk, il partito dei lavoratori del Kurdistan.

L’ultimo attentato in Turchia risale all’ottobre 2011 e fu messo in atto nella città di Bingol, a est del Paese.