home » esteri » americhe » Cile, al confine col Perù esplode una mina del regime Pinochet: 1 morto

Cile, al confine col Perù esplode una mina del regime Pinochet: 1 morto

28 May 2012versione stampabile

Al confine tra Cile e Perù restano innumerevoli mine anticarro lasciate lì dal regime militare cileno di Augusto Pinochet. Seppur spesso si tenti di dimenticare le sciagure procurate dagli uomini, le mine restano lì quale monito pericoloso e mortale. E’ uno di questi ordigni, infatti, a essere esploso ieri, uccidendo un tassista che ha avuto la sventura di passare dal posto sbagliato.

Un incidente che ha sconvolto l’opinione pubblica e intensificato i lavori di sminamento, scaturiti da un accordo trai due Paesi siglato nel 2002.

Non è stato ancora possibile identificare la vittima, ma il taxi dovrebbe essere di proprietà di una ditta peruviana. Le autorità cilene hanno comunque dichiarato che la zona dove è avvenuta l’esplosione è delimitata da indicazioni stradali che ne indicano la pericolosità. L’incidente è avvenuto nella regione di Arica Parinacota, a duemila chilometri da Santiago.