home » esteri » asia e pacifico » India, rinviata l’udienza sulla libertà su cauzione dei marò

India, rinviata l’udienza sulla libertà su cauzione dei marò

28 May 2012versione stampabile

L’Alta Corte del Kerala ha rinviato a mercoledì l’udienza per discutere della richiesta di libertà su cauzione per i marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone detenuti nel sud dell’India per l’omicidio di due pescatori. Fonti che seguono la vicenda giudiziaria hanno riferito all’Ansa che il giudice N.K. Balakrishnan ha chiesto un nuovo parere al governo centrale e dunque rinviato di due giorni l’esame della richiesta di ”bail” (libertà dietro cauzione).

Presenti in aula gli avvocati indiani dei due marò e la delegazione italiana che segue la vicenda. Latorre e Girone sono da venerdì in un ex riformatorio ristrutturato nella città portuale di Kochi dove ha sede anche l’Alta Corte del Kerala. La richiesta di “bail” è già stata respinta due volte per questioni tecniche dal tribunale di grado inferiore di Kollam (dove si svolgerà il processo a carico dei due militari italiani) e dunque gli italiani hanno scelto di rivolgersi all’Alta Corte del Kerala, organo giudiziario superiore. Ma già la settimana scorsa, il giudice Balakrishnan ha chiesto al governo centrale di manifestare in tribunale la sua opinione sulla richiesta italiana.