home » esteri » asia e pacifico » Russia: in un anno 351 morti nella lotta al separatismo

Russia: in un anno 351 morti nella lotta al separatismo

30 May 2012versione stampabile

Nel 2011 sono stati uccisi 351 guerriglieri, di cui 46 capi, mentre le forze dell’ordine hanno perso 187 uomini, tra poliziotti e militari, e 440 sono rimasti feriti. Questo il bilancio di un anno del rapporto tra Mosca e le repubbliche caucasiche federate.

Dati diffusi oggi dal procuratore generale Iuri Ciaka nel rapporto annuale al Consiglio della Federazione, la camera alta del parlamento russo. Lo scorso anno sono stati registrati in tutta la Russia 29 atti terroristici, di cui 15 nel Caucaso del nord, con un totale di 58 vittime. Nel 2010 il bilancio era stato più pesante: 390 ribelli eliminati, 205 esponenti delle forze dell’ordine uccisi, e 178 vittime di attentati terroristici (anche in seguito al duplice attentato alla metropolitana di Mosca).