home » esteri » africa » Nigeria, la Farnesina svela il nome dell’italiano rapito

Nigeria, la Farnesina svela il nome dell’italiano rapito

31 May 2012versione stampabile

Si chiama Modesto di Girolamo ed é di origini abruzzesi l’ingegnere civile  rapito ieri in Nigeria nella regione settentrionale del Kwara. Il portavoce della polizia locale, Fabode Olufemi, ha spiegato ai microfoni delle agenzie di stampa che è in corso “un’indagine per liberare l’uomo rapito”. Sembrerebbe, quindi, che esistano o che siano stati messi in moto dei canali per la trattativa.

Il tecnico italiano stava monitorando un progetto di drenaggio della Bishop Road, una strada molto trafficata dove ci sono scuole, alberghi e negozi. Nonostante le indiscrezioni, sia la Farnesina che i dirigenti della Borini & Prono, l’azienda per la quale lavorava l’ingegnere Di Girolamo, smentiscono che sia arrivata alcuna richiesta di riscatto. “Siamo fiduciosi, ma è meglio non esporci troppo.” Così ha dichiarato uno dei titolari della compagnia piemontese che si è recato in Nigeria per cercare di gestire al meglio le trattative.

Le dinamiche dell’accaduto, però, non sono incoraggianti. Secondo l’agenzia di stampa Misna vi sarebbero ipotesi di un coinvolgimento di Boko Haram, un gruppo armato molto violento che secondo il governo della Nigeria sarebbe responsabile dal 2009 dell’uccisione di oltre 1200 persone e che ha ucciso un ingegnere tedesco rapito alcuni mesi fa.