home » disarmo » Iran, lotta di potere

Iran, lotta di potere

6 June 2012versione stampabile

Per molti potrebbe essere il prossimo presidente della Repubblica Islamica d’Iran. Per ora è stato rieletto presidente del Parlamento iraniano. Ali Larijani guida la fazione conservativa nel Parlamento che a marzo ha vinto le elezioni contro la corrente pro-Ahmadinejad.

Ali Larijani - ATTA KENARE/Getty Images

Larijani, 53 anni, è anche considerato il candidato preferito delle elezioni presidenziali del prossimo anno, mentre Ahmadinejad non puo’ correre per un terzo mandato. Larijani è vicino alla Guida Suprema Ali Khamenei e al sistema del clero iraniano.

La spaccatura tra l’attuale presidente Mahmoud Ahmadinejad e la Guida Suprema si trascina ormai da quasi un anno, senza che ne benefici in alcun modo la popolazione iraniana, soffocata da una drammatica crisi economica che le sanzioni votate da Ue e Usa rischiano di aggravare.

Il dossier nucleare iraniano, nonostante i colloqui delle ultime settimane, si annuncia sempre più spinoso, dopo che Robert Wood, inviato Usa presso l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea), ha dichiarato ieri, 5 giugno 2012: ”Il governo di Teheran sta portando avanti a Parchin sforzi apparenti per ripulire il sito, e l’uranio immagazzinato dalle autorità iraniane è abbastanza per fabbricare parecchie bombe nucleari”.