home » blog » Notti bolognesi e crociere in trimarano

Notti bolognesi e crociere in trimarano

11 June 2012versione stampabile

Per viaggiare senza muoversi, tanto più di questi tempi che il portafoglio è stretto, la musica si conferma mezzo di trasporto ideale. Accendendo l’i pod o l’impianto stereo di casa, ci si ritrova catapultati su rotte impreviste e sconosciute, in compagnia di emozioni e atmosfere impossibili da provare durante un viaggio con tanto di biglietto, albergo, ristoranti e souvenir.

Se, ad esempio, darete voce agli Shijo X e al loro album … if a night, eccovi di colpo a Bologna. Una Bologna sognata e notturna, con i portici bucati dalle luci artificiali, le biciclette senza padrone, San Petronio più che mai padrone di piazza Maggiore. Sono le due del mattino, e viaggerete fino alle sei grazie a tredici brani che rompono il silenzio a volte con sussurri, altre con bella voce, altre ancora con il solo impasto musicale fatto di trip hop, ammiccamenti melodici, elettronica di misurata presenza. La notte bolognese si spinge lontano con In the Moskow, sfiora la Zabriskie filmica di Antonioni con Zabriskie’s bench, corre a perdifiato in Runnin’. Per poi svanire alle 06 a.m. Dopo One minute before, il quartetto degli Shijo conferma l’originalità delle scelte e ha in Laura Sinigaglia solida voce di riferimento.

Tre mesi fa, nel corso di un doppio appuntamento di File Urbani, Radio 3 Rai, dedicato a Firenze, avevamo proposto Pensieri di un pattinatore notturno, dall’album Marianne dei Martinicca Boison. Chi sono costoro? Sette musicisti tanto bravi quanto venati di positiva follia. Questa volta salpano verso strani orizzonti con Le canzoni del trimarano. A bordo ci sono anche Enrico Maria Papas (indimenticabile voce baritonale del gruppo anni ’60 I giganti), la band gigliata ed esordiente Quebegue, i Global Kan Kan, l’ugola d’oro di Francesca Breschi. L’equipaggio pesca e porta sul trimarano swing ed elettronica, progressive e (udite, udite!) echi dalle cime andine. Tanto, per i Martinicca, passare dal mare alla montagna è un’inezia. Ciò non vi induca a pensare che la band suoni con approssimazione goliardica. Tutto è ben creato, eseguito, registrato. Ci si diverte, eccome. Ma tra le righe dei versi e le note degli accordi, l’ironia si tinge di realtà. Cui gli MB guardano sempre come a un preciso punto di riferimento, loro stella polare lungo la rotta artistica.

Dopo i portici di Bologna e le onde degli Oceani, il sole e la sabbia. L’album d’esordio firmato dagli Arabeskj Rock si intitola semplicemente Il viaggio. La direzione in cui va ce la fornisce proprio il nome del gruppo, con riferimenti geografici e di genere inequivocabili. Nati a Roma, per tradizione da millenni aperta al mondo, gli Arabeskj fanno rock che guarda alle infinite strade della cultura araba sul pentagramma. L’obiezione potrebbe nascere dalla sovrabbondanza di gruppi che sfruttano un filone ricco di nomi preziosi come i Tinariwen, Kaled, Gnawa Diffusion, tanto per citare; dagli esiti artistici molto spesso infelici di chi pensava e pensa che basti una manciata di esotismo strumentale e una bella voce d’Africa a fare il gioco. E invece, ascoltando, si acquista man mano la piacevole certezza che la formazione capitanata dal chitarrista Tiziano Novelli (gli altri sono il bassista Caudio Gimmi, il batterista Gabriele Morcavallo, il percussionista Ashrad Saif e uno stuolo di ospiti) abbia compiuto un bel lavoro. L’infusione fatta di rock grandi firme (Zappa, Hendrix, Traffic…) e di sue varianti contemporanee, di musica etnica rivolta in particolare al Desert Blues, di brani soltanto e giustamente strumentali, sprigiona aromi e sfumature ben promettenti per il futuro degli Arabeskj.

 

Info

– Shijo x …if a night (Bombanella Records/Audioglobe/distribuzione digitale Digitalea/The Orchard)

http://soundcloud.com/shijox/sets/if-a-night/ (ascolto)

– Martinicca Boison, Le canzoni del Trimarano (Materiali sonori)

materialisonori.it (acquisto)

martiniccaboison.it, youtube.com/materiali sonori (ascolto)

– Arabeski Rock, Il viaggio (Virtual Studio)

http://www.myspace.com/arabeskirock (ascolto e acquisto)