home » esteri » Russia, polizia perquisisce abitazione dissidenti

Russia, polizia perquisisce abitazione dissidenti

11 June 2012versione stampabile

La polizia russa ha perquisito le case dell’opposizione in vista della marcia contro Putin che si svolgerà domani a Mosca.

Alexei Navalny circondato da reporter e supporter Vasily Popov/Afp/Getty Images

 

Agenti hanno aperto con la forza la porta di casa del blogger Alexei Navalny (“l’hanno quasi scardinata” ha detto il leader di Fronte di Sinistra in un twitter) e fatto irruzione nell’abitazione dell’attivista di Solidarnost Ilya Yashin, in relazione ai ‘disordini’ del 6 maggio scorso. Altro bersaglio della polizia è stato Sergei Udaltsov. “Stanno tentando di impedire la mia partecipazione alla ‘marcia dei milioni’”, ha detto Udaltsov. I tre oppositori del regime di Putin sono stati convocati domani per un interrogatorio e non potranno partecipare alla mobilitazione di massa prevista per domani. Il leader del Cremlino, ha promulgato prima del fine settimana una legge per inasprire pesantemente le multe contro i raduni non autorizzati. Chi viola l’attuale legge pagherà non più 5mila rubli (120 euro), ma 300mila. Chi organizza manifestazioni non autorizzate ne pagherà il doppio (600mila, ovvero 15mila euro).