home » esteri » asia e pacifico » Afghanistan, Human Rights Watch contro sospensione partito opposizione

Afghanistan, Human Rights Watch contro sospensione partito opposizione

18 June 2012versione stampabile

Enrico Piovesana

L’organizzazione internazionale per i diritti umani Human Rights Watch ha chiesto al governo afgano di annullare immediatamente la sospensione dell’unico partito politico afgano laico e progressista, il Partito afgano della solidarietà (Hambastaghì), per aver organizzato lo scorso 30 aprile una dimostrazione di protesta contro i criminali di guerra al governo in coincidenza con le celebrazioni nazionali del ‘Giorno della vittoria dei mujaheddin’.

“Il governo non dovrebbe sospendere un partito politico semplicemente perché non condivide le sue posizioni e le sue dichiarazioni”, scrive in un comunicato ufficiale Brad Adams, direttore della sezione asiatica di Hrw. “Tutti gli afghani hanno il diritto di esprimere pacificamente le proprie idee, che ad altri piacciano o no”.

Al Partito afgano della solidarietà – contrario all’occupazione Nato, ai talebani e ai criminali di guerra al potere – il governo Karzai imputa di aver “insultato la grande jihad” celebrando il Giorno dei mujaheddin come una giornata di lutto nazionale. Quindi un puro reato d’opinione, non contemplato dalla legge afgana sui partiti politici, che non prevede tra l’altro il provvedimento di sospensione.

“La legge afgana – spiega il comunicato di Hrw – non provvede la sospensione di un partito, ma solo il suo scioglimento su ordine di un tribunale e solo se esso viola la legge, se minaccia di fare uso della violenza o se è affiliato a un gruppo armato: in questo caso il ministero della Giustizia ha agito senza l’ordine di alcun tribunale”.

La sospensione è stata ordinata direttamente dal ministero della Giustizia su richiesta del Parlamento – dominato dai criminali di guerra criticati dal partito – e a titolo del tutto preventivo, visto che l’avvio di un’indagine contro Hambastaghì è stato comunicato contestualmente alla notifica della sospensione.